martedì , 19 settembre 2017
Home - I nostri servizi - Modello ISEE

Modello ISEE

A COSA SERVE?

Il valore ISEE serve per la richiesta di prestazioni sociali agevolate, ovvero di tutte le prestazioni o servizi sociali o assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del richiedente. Viene richiesto da vari Enti per applicare ai cittadini costi diversi per i servizi erogati.

I servizi per i quali si deve presentare il modello ISEE al Comune di residenza o allo specifico Ente sono ad esempio:

  • Asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia
  • Agevolazioni per servizi telefono ( per informazioni clicca qui)
  • Mense scolastiche
  • Prestazioni scolastiche (libri scolastici, borse di studio)
  • Agevolazioni per le tasse universitarie
  • Prestazioni per il diritto allo studio universitario (casa dello studente, convenzioni)
  • Trasporti per studenti, anziani e soggetti portatori di handicap ( AMT Genova)
  • Servizi sociosanitari domiciliari, diurni, residenziali
  • La Social Card ( per informazioni clicca qui)
  • Il Bonus Energia, il Bonus Gas ( per informazioni clicca qui)
  • L’Assegno Nucleo Familiare se presenti almeno 3 figli minori, Assegno di Maternità ( per informazioni clicca qui)

COME SI OTTIENE L’ISEE?

Il cittadino presenta, ai soggetti incaricati (Comune, CAF o INPS), la DSU contenente i dati da autocertificare ed ottiene la ricevuta di avvenuta presentazione ma non l’ISEE calcolato.

I soggetti incaricati trasmettono in via telematica al sistema informativo dell’ISEE gestito dall’INPS i dati autocertificati contenuti nella DSU.

Il sistema informativo ISEE, a seguito della ricezione dei dati autocertificati, provvede all’acquisizione dei dati presenti nelle banche dati dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate e completa la DSU. Viene quindi determinato l’indicatore ISEE che è reso disponibile al dichiarante della DSU mediante la consegna dell’attestazione del calcolo.

L’attestazione ISEE che viene restituita contiene, per ogni indicatore ISEE richiesto, i seguenti elementi:
•    il nucleo familiare di riferimento per il calcolo dell’indicatore;
•    il valore dell’indicatore ISEE;
•    le prestazioni a cui è possibile accedere utilizzando l’indicatore calcolato;
•    le modalità di calcolo dell’indicatore con dettaglio dei dati sintetici;
•    il periodo di validità dell’attestazione ed eventuali omissioni/difformità rilevate.

All’ISEE Ordinario o Standard si affiancano ulteriori indicatori ISEE da utilizzare per la richiesta di alcune tipologie di prestazioni ed in presenza di determinate caratteristiche del nucleo familiare quali:
•    l’ISEE per prestazioni agevolate per minori utilizzato ad esempio per la richiesta dell’assegno di maternità, dell’assegno di sostegno al nucleo familiare con almeno tre figli minori, del Bonus Bebè, retta asili nido e altri servizi per l’infanzia ecc.;
•    l’ISEU per prestazioni Universitarie utilizzato ad esempio per la richiesta delle agevolazioni sulle tasse universitarie, mense, borse di studio ecc.;
•    l’ISEE per prestazioni socio-sanitarie per persone maggiorenni con disabilità e/o non autosufficienti utilizzato ad esempio per richiedere l’assistenza domiciliare;
•    l’ISEE per prestazioni socio-sanitarie residenziali utilizzato ad esempio per la richiesta di particolari prestazioni che prevedono ricoveri presso istituti, residenze socio-sanitarie assistenziali – RSA, RSSA, residenze protette, o ospitalità alberghiera;
•    l’ISEE corrente previsto per chi già ha un ISEE in corso di validità e può ottenere un ISEE sostitutivo, definito “corrente”, calcolato con riferimento ad un periodo di tempo più vicino rispetto al momento della richiesta della prestazione. L’ISEE “corrente” consente di aggiornare i dati reddituali di uno o più componenti del nucleo per i quali nei 18 mesi precedenti la richiesta di prestazione, si sia verificata una variazione della situazione lavorativa (ad esempio risoluzione o sospensione del rapporto di lavoro) associata ad una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo familiare superiore al 25% rispetto a quella dell’ISEE calcolato in via ordinaria.

DOCUMENTI

  • Documento d’identità in corso di validità
  • Cellulare, riferimento e-mail del titolare della richiesta
  • Autocertificazione stato di famiglia (come risultante al momento della presentazione della richiesta)
  • Tessera sanitaria di ogni componente il nucleo familiare (anche per coniuge e figli fiscalmente a carico con diversa residenza)
  • Certificazioni attestanti il riconoscimento d’invalidità se presenti nel nucleo familiare
  • Dichiarazione dei redditi 730/Unico P.F. di tutti i componenti il nucleo familiare (anno 2016 redditi 2015)
  • Certificazione di tutti i redditi percepiti : Cu, certificazioni riferite a collaborazioni occasionali, sportive, dottorati di ricerca, borse di studio, indennità esenti irpef erogate da Enti diversi dall’Inps, assegno di mantenimento percepito dai figli in seguito a separazione, certificazioni redditi percepiti all’estero o percepiti da Organismi come il Vaticano, Fao, ecc., riferiti all’anno 2015
  • Redditi mobiliari posseduti alla data del 31 dicembre dell’anno precedente alla data della richiesta da tutti i componenti del nucleo familiare :
    ammontare del saldo e giacenza media dei conti correnti bancari e/o postali;
    ammontare del saldo e giacenza media di libretti bancari e/o postali;
    ammontare del saldo giacenza media di carte prepagate;
    buoni postali;
    ammontare dei capitali investiti in BOT,CCT, azioni, fondi di investimento;
    ammontare dei premi assicurativi sulla vita versati dalla data della stipula e fino al 31 dicembre dell’anno precedente la richiesta;
    patrimonio netto per le imprese in contabilità ordinaria e valore delle rimanenze finali e costo dei beni ammortizzabili per le imprese in contabilità semplificata (autocertificata e firmata dal commercialista);
    si devono dichiarare i redditi mobiliari detenuti all’estero.
    Dei documenti sopra indicati è necessario il saldo al 31 dicembre 2016 e la giacenza media 2016, è necessario il codice fiscale dell’operatore finanziario ed il numero identificativo del rapporto;
  • Reddito dominicale dei terreni se agricoli, posseduti da ogni componente il nucleo familiare al 31 dicembre dell’anno precedente, se terreni edificabili valore imponibile ai fini IMU
  • Rendita catastale dei fabbricati posseduti da ogni componente il nucleo familiare al 31 dicembre dell’anno precedente, valore ai fini IVIE per immobili all’estero
  • Ammontare del capitale residuo alla data del 31 dicembre dell’anno precedente sui mutui contratti per l’acquisto di fabbricati (valore riportato sul piano di ammortamento)
  • Contratto di locazione registrato in corso di validità, importo locazione aggiornato
  • Targa auto e motoveicoli di cilindrata 500 cc e superiore, navi ed imbarcazioni da diporto, posseduti da tutti i componenti del nucleo familiare
  • Nel caso di ISEE per richieste inerenti, figli minori, le informazioni suddette sono necessarie per entrambi i genitori anche se non sono coniugati ed hanno residenze distinte;
  • Sentenza di separazione o divorzio;
  • Se nel nucleo ci sono componenti aggiuntive che hanno già presentato la DSU occorrono gli estremi di presentazione (numero di protocollo)
Fax simile DSU

Guarda anche

Successioni

La successione ereditaria rappresenta il passaggio del patrimonio attivo e passivo da un soggetto (deceduto) …